Impianti di essiccazione a letto fluido vibrante - Serie LFV


Il sistema “ Scolari “ è basato sul principio del letto fluido vibrante con avanzamento del materiale su un piano forato. Il materiale rimane in sospensione ed avanza verso lo scarico grazie al flusso direzionato dell’aria insufflata ed alle vibrazioni del piano stesso. La lamiera del piano di essiccazione è definita in funzione della caratteristiche fisiche del prodotto da essiccare.

Adatto a materiali con umidità superficiale, granulati, granulari, pietrisco, gusci d'uovo centrifugati, P.E.T., H.D.P.E, sale marino, resine, farine, polietilene, sabbie, zucchero, polimeri, ecc…..

Riscaldamento dell’aria di processo con bruciatori in vena d'aria alimentati con GP, gas naturale o con scambiatori a vapore od olio diatermico, ecc.

Riciclo parziale dell’aria utilizzata nel processo di essiccazione per migliorare i rendimenti termici.

Temperature di lavoro adatte per assicurare la sanitizzazione ed eliminare eventuali contaminazioni o germi nel prodotto essiccato. Temperatura aria di processo da 80°C a 250°C in funzione delle esigenze del cliente e delle caratteristiche del materiale in trattamento.

Realizzazione del corpo macchina o dell'intero impianto in acciaio Inox in funzione delle esigenze del cliente.

Isolamento termico e acustico dell'intero impianto.

Impianto di abbattimento polveri con cicloni ad alta efficienza per garantire i limiti regionali di emissione della normativa vigente.

Le ridotte dimensioni dell’impianto permettono la sua installazione su una semplice platea, evitando così opere murarie; può essere inoltre installato in un qualsiasi locale (anche sotto una semplice copertura) divenendo in questo modo operativo in brevissimo tempo.