Essiccatoi per CDR – Rifiuti

Impianti di essiccazione per rifiuti CDR e CSS

Gli essiccatoi per CDR sono una risposta valida ed efficace al tema della sostenibilità ambientale in quanto consentono di riutilizzare rifiuti e scarti che la società non può più permettersi di sprecare. Una di queste risorse, prodotta in abbondanza, è il rifiuto urbano. Il suo riciclaggio mediante impianti di essiccazione per CDR e CSS con sistemi tecnologici avanzati garantisce ottimi risultati in termini ambientali, così come la sua trasformazione in energia.

Il carburante che proviene dal trattamento dei rifiuti si chiama CDD/CSS, acronimo di Combustibile Solido Secondario. È un combustibile a basso contenuto di carbonio composto dalla frazione secca e dal bio-essiccato derivante dal trattamento meccanico biologico dei rifiuti urbani.

Essiccatoi per CSS – Combustibile Solido Secondario

Gli essiccatori per CDR e CSS sono tra le tecnologie più funzionali per la trasformazione dei rifiuti in nuove risorse energetiche. Gli impianti della serie 2T-C sono tecnologicamente avanzati in quanto selezionano il materiale e garantiscono che il prodotto finale rispecchi la normativa europea per i combustibili. Consentono, inoltre, ai clienti di collegarsi in via telematica con la sede di Scolari per ricevere assistenza e supporto telefonico.

Gli impianti di essiccazione per CDR e CSS rispettano le caratteristiche tecnico-scientifiche indicate nel piano europeo per l’Industria 4.0 e l’Economia Circolare. Questo permette di usufruire degli incentivi previsti per queste tipologie di essiccatoi e di ridurre in maniera significativa i tempi di ammortamento.

Scopri l’impianto Scolari per il trattamento dei rifiuti CDR e CSS

Scopri l’impianto Scolari per il trattamento dei rifiuti CDR e CSS

Scopri l’impianto Scolari per il trattamento dei rifiuti CDR e CSS

    Dichiaro di avere letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti.*